Attività e Progetti

 

Descrizione

 

ARTEPASSANTE: Un progetto ambizioso e avvincente studiato da un gruppo di realtà culturali, artistiche e formative della città di Milano. I soggetti coinvolti hanno accettato questa difficile sfida coscienti dell’importanza di portare la cultura, nelle sue più diverse forme, ad un pubblico nuovo e diverso da quello che abitualmente frequenta i luoghi “istituzionali” preposti alla fruizione della cultura. Arti figurative, immagini, teatro, letteratura, poesia, musica, saranno portate in questi originali spazi da artisti, docenti, professionisti, ma anche da studenti, tutti coscienti di doversi mettere in discussione sotto il profilo professionale, culturale e didattico per affrontare questa difficile sfida.

Obiettivi

Gli obiettivi che il progetto si pone sono: 1) Avvicinare un nuovo pubblico alla cultura nei luoghi che regolarmente questo pubblico frequenta, utilizzando spazi e location al di fuori dei tradizionali circuiti culturali della città di Milano. 2) Far diventare questi spazi una costante originale e condivisa di divulgazione della cultura anche oltre i due anni previsti dal bando. 3) Creare un sistema informativo online nei principali canali di condivisione di foto e video (YouTube e Flickr) e social network (Facebook e Twitter), sviluppando quell’attività di digital P.R. e comunicazione sociale attraverso il web, diventata condizione necessaria delle modalità comunicative odierne 4) Raccogliere, in modo strutturato, importanti informazioni sull'utenza/pubblico con una ricerca strutturata da mettere a disposizione di Enti/Associazioni/Pubblica Amministrazione (la ricerca sarà abbinata alla documentazione fotografica e visiva delle varie fasi del progetto).

Strategia

La strategia del progetto prevede nei due anni la realizzazione di 620 workshop, 1200 ore d’incontri, 120 eventi, 280 esposizioni; la distribuzione di 90.000 copie di strumenti informativi, divulgativi e didattici; la realizzazione di una rete informativa; l'utilizzo di particolari spazi che sono stati individuati nelle stazioni del Passante Ferroviario di Milano, in alcuni mercati "storici" all'aperto della città e in spazi/impianti sportivi. Per la realizzazione del progetto sono stati formalizzati accordi con RFI e Milano Sport.

Risultati attesi

Raggiungere e coinvolgere un pubblico numeroso, istituzionalizzare questi spazi come nuovi di spazi dove fruire cultura, intervenire su alcuni spazi cittadini contribuendo alla loro riqualificazione e quindi "comprensione e riconoscimento da parte dell’utenza e del territorio, dell’importanza dell’arte e della cultura come strumento d’interdizione del degrado, della malavita, dell’emarginazione ecc. La conoscenza e la cultura diffuse possono davvero cambiare la coscienza delle persone.


Attività e Progetti a.s. 2011\2012

PROGETTO INTERCULTURALE

Il Progetto è stato presentato nell’ambito del bandoInterculture 2010 alla FONDAZIONE CARIPLO, in partenariato da  Associazione Psicologi per i Popoli nel MondoAssociazione “le Belle Arti” e Liceo Artistico di Brera ed accettato insieme ad altri 28 progetti regionali (su più di 200 presentati) dalla Fondazione Cariplo.  

 

L’obbiettivo del programma biennale 2011-2013 è “Promuovere percorsi di educazione interculturale tra scuola e territorio”, per la promozione del dialogo interculturale e interfamiliare nella scuola e nel territorio attraverso l’espressione artistica.

 

Questo progetto si articola su due anni scolastici e tra le molteplici iniziative in programma vede tra l’altro  i ragazzi di alcune classi impegnati in laboratori artistici e multimediali, in un corso di teatro, nel gemellaggio e nello scambio di esperienze con tre classi Argentine di Buenos Aires attraverso video incontri via internet. 


GENITORI E FIGLI

 GRUPPI DI CONDIVISIONE SULLA GENITORIALITA’ 
Associazione LeBelleArti del LICEO ARTISTICO DI BRERA a.s.2012-2013

  Quarta edizione curata da Tiziana Coruzzi (*). 

 


Primo incontro del Secondo gruppo: martedì 16 aprile 2013

 


Quattro anni fa dall’esigenza di alcuni genitori è partita la proposta poi concretizzata di formare dei gruppi di lavoro sull’esperienza della condivisione della genitorialità.


Dallo scorso anno i Gruppi di condivisione sulla Genitorialità fanno parte del progetto della FONDAZIONE CARIPLO "La Migrazione", in partenariato con l'Associazione Psicologi per i Popoli nel MondoAssociazione “le Belle Arti” e Liceo Artistico di Brera.


Scopo dei gruppi era quello di confrontarsi sul tipo di rapporto che abbiamo coi nostri figli e riflettere sul nostro modo di essere genitori. Tutto questo all’interno di uno spazio (il gruppo) in cui poter condividere le proprie eventuali difficoltà e ascoltare quelle degli altri per sentire di non essere isolati o soli nel difficile compito di educare. 


I 6 incontri quindicinali (l’ultimo di revisione e verifica) hanno avuto ciascuno un tema da affrontare posto sottoforma di domanda a cui rispondere con il contributo di ciascuno per esplorare le diverse sfaccettature di ogni problema:
 
-  Che tipo di genitori siamo ?
-  Che immagine abbiamo dei nostri figli ?
-  Qual è la difficoltà principale nel rapporto con nostro figli/a ?
-  Come affrontiamo il conflitto ?

Il clima della condivisione è sempre stato quello della accettazione e del rispetto delle altrui esperienze sottolineando l’impostazione di NON GIUDIZIO da praticare nel momento attuale della condivisione, ma anche nei riguardi dei nostri figli.

 

Attraverso l’esplorazione della regola del non giudizio il gruppo ha provato a distinguere tra le proprie emozioni di genitore e quelle del proprio figlio/a, premessa fondamentale per iniziare a conoscere l’altro per quello che è e non attraverso le nostre immagini precostituite belle o brutte che siano. Un lavoro più approfondito è stato dedicato proprio a questo: liberare il rapporto con nostro figlio/a dalle immagini preconcette che non ci permettono di vedere e ascoltare l’altro veramente.


Attraverso, poi, la formula del “Problema mio o problema tuo?” abbiamo ulteriormente provato a distinguere nella nostra comunicazione con l’altro ciò che ha a che fare con le nostre ansie o con effettivi aspetti del figlio/a, partendo dal presupposto che è molto difficile per il genitore distinguere tra la propria emozione e quella del proprio figlio/a.

 

La possibilità di questa distinzione è alla base di una comunicazione efficace.

 

MODALITA' DI PARTECIPAZIONE:

Per iscrizioni e informazioni: 

Tiziana Coruzzi cell. 338 8128465  tizcoruzzi@gmail.com

- Quota d'iscrizione per tutti i 6 incontri: 20 € di tessera associativa

 

Primo incontro del Secondo gruppo: martedì 16 aprile 2013

-------------------------------------

(*) Referente responsabile del progetto: Dr.ssa Tiziana Coruzzi

 

Counselor nella relazione d’aiuto - Mediatore civile

Via Marco d’Oggiono 7, 20123 Milano

cell. 338 8128465

tizcoruzzi@gmail.com

P.Iva n° 07175100960

Cod Fisc. CRZ TZN 63B41F205P

                                 

Breve Curriculum Vitae di Tiziana Coruzzi

Nata a Milano il 01-02-1963, svolge la propria attività di counselor a Milano avvalendosi della collaborazione di una psicologa psicoterapeuta. 

Da molti anni conduce gruppi di ascolto e gruppi di incontro a tema che trattano tra l’altro problemi relazionali di coppia, problematiche dei genitori separati, valorizzazione dell'individuo, problemi nella comunicazione, integrazione, orientamento ecc.

 

Una particolare attenzione è rivolta agli adolescenti e alle loro famiglie e in generale alle problematiche famigliari.

 

TITOLI DI STUDIO

- Laurea in Scenografia presso Accademia di Belle Arti di Brera Milano (1982);

- Attestato corso “Condurre con efficacia Gruppi di Genitori” promosso da GeA, Genitori Ancora Milano (2006);

- Diploma in “Counselling a mediazione corporea” presso S.I.A.B. Società di Analisi Bioenergetica di Milano riconosciuto dal M.I.U.R e aderente al CNCP Coordinamento Nazionale Counselor Professionisti (2008).

- Diploma in “Mediatore Civile Professionale” presso InMedia Milano (dott.sa avv. Tiziana Fragomeni e dott. Avv. De Berti) approvato dal Ministero della Giustizia.


 


TEATRO

SPETTACOLO dei RAGAZZI del LICEO DI BRERA a.s. 2011/2012

 

Promosso dall' Associazione "le Belle Arti" e dal Liceo Artistico Statale di Brera,

 

con il patrocinio del Comune di Milano, Assessorato Cultura, Moda e Design.

 

"I RAGAZZI SONO FUORI”

 

GIOVEDì 3 MAGGIO 2012 DALLE ORE 18.45

 

presso il 


TEATRO DELLA QUATTORDICESIMA

di Milano, via Oglio,18


(raggiungibile con MM3 BRENTA;

Bus 34,77,84,93,95) 

 

ingresso riservato a STUDENTI, DOCENTI, GENITORI, AMICI fino ad esaurimento posti

 

Programma della serata:

  • ore 18.45 visione dello spettacolo  “THE BEAUTY MANIFESTO”, spettacolo in lingua inglese della classe 2°D papa Gregorio (docenti referenti prof.sse Giunti e Tramontana, operatore Ginevra Notarbartolo).

     

  • ore 19.45 visione dello spettacolo “I BAMBINI NON DORMONO”, del laboratorio di teatro extracurricolare della classe di teatro di via Hajech (docente referente prof.ssa B. Di Giovine, operatore Susanna Brusa).

     

  • ore 20.45 rappresentazione dello spettacolo  “I RAGAZZI SONO FUORI” del laboratorio di teatro extracurricolare della classe di teatro di via papa Gregorio (docente referente prof. M. Trentadue, operatore Claudia Pastorini).

     

  • ore 21.45 circa conclusione della manifestazione.

 


LA MOSTRA :

Il Liceo artistico rappresenta un’ottima occasione per avvicinare la natura ai ragazzi di città, in quanto lo studio delle Scienze Naturali, anche se così poco considerate a livello curricolare, sono un ottimo strumento per educare gli studenti all’osservazione e allo studio del reale, come primo step preparatorio per poi passare alla fase di rappresentazione e di astrazione dell’oggetto analizzato.

 

L’idea dell’OFFICINA VERDE nasce dalla proficua collaborazione di alcuni professori di Scienze con professori di Discipline Artistiche e dall’esigenza di promuovere una coscienza ecologica nei ragazzi.

 

Obiettivi generali di questo progetto sono:

 

-         attivare iniziative finalizzate a sensibilizzare gli studenti nei confronti delle problematiche ambientali legate alla sostenibilità, all’agricoltura e all’alimentazione.

 

-         sviluppare in loro un senso di consapevolezza e di responsabilità nei confronti degli ecosistemi, primo fra tutti quello urbano.

 

-         promuovere il rapporto tra arte e natura per sviluppare la sensibilità dell’artista.

 

La grande sfida era quella di stimolare il lavoro e la progettazione tra docenti delle varie discipline per costituire un team multidisciplinare che integrasse  sempre più lo studio della Natura con quello dell’Arte, facendo lavrare insieme, docenti e studenti delle varie classi del Liceo.

 

Gianpiero AllegriIsabella GobbatoMarina NovaAntonio RizzelloBrunella Russo e Elvira Sciuto sono i docenti che hanno partecipato a questa prima edizione dell’OFFICINA VERDE.

 

I lavori, realizzati durante l'ano scolastico 2010\2011 dai ragazzi delle classi2B2G2L3I e5D e dalla 2E, sono poi confluiti nella bellissima mostra allestita fino al 21 gennaio 2012 nello spazio espositivo della Biblioteca della sede di via Papa Gregorio XiV, n.1.