BLITZ FUTURISTA - Milano 2014

BLITZ FUTURISTA - FOGLI VOLANTI - Libreria Bocca

 

BLIZ FUTURISTA -MILANO 2014
   
               Con GABRIELLO ANSELMI - GIANFRANCO GENTILE
                         

 GALLERIA ARTEPASSANTE
STAZIONE REPUBBLICA DEL PASSANTE FERROVIARIO
DAL 16 OTTOBRE AL 2 NOVEMBRE 2014
 
INAGURAZIONE giovedì 16 OTTOBRE ore 18

 

Mostra d’arte a cura di Associazione “LE BELLE ARTI DEL LICEO ARTISTICO DI BRERA “ e 107 CentSeptARTE&TERRITORIO all’interno del progetto Artepassante  con il contributo di  William B. Coltello

 

BLIZ FUTURISTA – MILANO 2014 nasce dalla collaborazione tra le associazioni Culturali 107 CentSeptARTE&TERRITORIO di Verona e “le BELLE ARTI” di Milano all’interno del progetto Artepassante e dai loro curatori Gabriello Anselmi, Giovanni Perez e Camillo Dedori, Giulia Minetti.

Una serie d'incontri, che si terranno a Milano nel 2014 e 2015, orientati a sviluppare la conoscenza e l'approfondimento del Movimento Futurista con una particolare attenzione sulla sua attualità nel pensiero contemporaneo.


L'inaugurazione si terrà presso LA GALLERIA ARTEPASSANTE Stazione Repubblica del Passante Ferroviario con l'evento BLITZ FUTURISTA - MILANO 2014 . In mostra le opere dell'architetto e scultore Gabriello Anselmi e dell'artista Gianfranco Gentile.

Il primo sarà presente con “Endoceras”, una “scultura galleggiante”, già presentata in passato a Toronto, Parigi, Venezia. Un'opera nata per essere collocata nel fiume Adige nel tratto antistante al Teatro Romano di Verona, rivisitazione dell'ipotetico Teatro dell'acqua di epoca romana. Un tema ricorrente per quest’architetto - artista che non scindendo le sua doppia vocazione spesso utilizza l'arte in funzione della riabilitazione del “luogo” rapportandolo alla sua storia e alla sua città.

Gianfranco Gentile, un artista presente in numerose rassegne internazionali e che espone qui alcuni suoi “cartoni”, opere di grandi dimensioni rappresentanti edifici industriali dismessi, pezzi meccanici, vecchie auto abbandonate, che, grazie a una tecnica personale assumono un grande effetto tridimensionale. Opere di alta poesie, monumentali reliquie di archeologia industriale.
        


 

BLITZ FUTURISTA - MILANO 2014

-     FOGLI VOLANTI -

 


GIOVEDI' 16 OTTOBRE ore 21

LIBRERIA BOCCA - GALLERIA VITTORIO EMANUELE II _ MILANO

 

Il  FUTURISMO NEI FOGLI VOLANTI,  

 

A CURA DI  GABRIELLO ANSELMI e GIOVANNI PEREZ

 


Tra il 2009 e il 2010, in occasione del Centenario del Manifesto Futurista, l'Associazione “107 Cent Sept ARTE&TERRITORIO” ha organizzato numerosi eventi cercando di coglierne lo spirito,  perché Verona è la città dove morì Umberto Boccioni e che nei primi anni Trenta diede vita a un importante gruppo di artisti, architetti e poeti futuristi, tuttora non adeguatamente valorizzato.


La produzione dei “Fogli Volanti”, pubblicati dalle Edizioni della Vita Nova e curati da Gabriello Anselmi, Giovanni Perez e Antonio Pantano, oggi viene arricchita da alcuni testi che trovano nell'amicizia dell'aeropoeta veronese Piero Anselmi e l'artista Tullio Crali, il ponte ideale tra Verona e Milano. Raccogliamo in questa cartella i “Fogli Volanti”, testimonianza delle nostre numerose iniziative a cui ci è sembrato doveroso aggiungere qualche nuovo contributo riguardante la comprensione e l'attualità di quel movimento, che, nell'occasione dell'EXPO di Milano del 2015, per un comune spirito d'innovazione e coraggio di guardare al futuro, si sintonizzano in un unico “Blitz futurista”.


L'incontro, a cura di Gabriello Anselmi e Giovanni Perez, è organizzato dalle Associazioni 107CentSeptARTE&TERRITORIO e Le BELLE ARTI DEL LICEO ARTISTICO DI BRERA di Milano all’interno del progetto Artepassante che ha il patrocinio del Comune e della Provincia di Milano all’interno delle iniziative segnalate su EXPO in città.



PORTRAIT - INSIDE - OUT

CHRISTOS ANESTI - Una tradizione greca- Mostra fotografica di Giorgio D'Aria

Artepassante presenta la mostra fotografica di Giorgio D'Aria, nato a San Pietro V.co nel 1983, appassionato di fotografia sin da giovanissimo. Nel 2010 il fotografo inizia il suo percorso professionale nell'ambito del fotogiornalismo con Gabriele "Kash" Torsello, noto reporter di guerra rapito nel 2006 in Afghanistan. Da questo percorso nasce un'attiva collaborazione presso l'agenzia fotografica "PROPUGLIAPHOTO.COM", che si occupa principalmente di raccontare attraverso le fotografie la Puglia in tutte le sue sfaccettature. Collabora anche con testate come “Repubblica online”, per cui realizza un servizio fotografico su Vasco Rossi (2012). In ambito musicale collabora attivamente con "Shotalive", giovane gruppo di fotografi attivi nell'ambito dello spettacolo. Tra i servizi realizzati ricordiamo ad esempio: Fiorella Mannoia, Elio e le storie tese, Marracash, Notte della Taranta, Locomotive Jazz Festival.

La mostra fotografica Christos Anesti - Una tradizione greca –“ è dedicata alla pasqua greca.
Il progetto fotografico nasce nel 2008 dopo aver approfondito uno studio sulle musiche tradizionali della settimana santa nella "Grecìa salentina". Una tradizione che nel basso Salento sopravvive attraverso il Grìco, un dialetto che conserva antiche influenze greche sull’Italia meridionale. In questi paesi, durante la settimana Santa, i cantori del posto declamano strofe in lingua grìca per le vie del paese, raccontando gli ultimi istanti di vita di Gesù.
Sulla scia di queste informazioni il progetto si è spostato in Grecia, per l'esattezza a Larissa, cittadina a pochi passi da Salonicco.

Il lavoro fotografico ha voluto evidenziare l'usanza gastronomica e religiosa del periodo pasquale. È stato di vitale importanza conoscere, attraverso documenti ed interviste, la storia di queste celebrazioni prima di poter realizzare l'intero reportage fotografico.  La mostra dunque ripercorre tutte le fasi più folkloristiche di questa antica festività.

RELOADED AGAIN - Un immaginario ritrovato

MUSEOTEO-IL FANTASMA DELLA LIBERTA'

MUSEOTEO+ aderisce alla decima GIORNATA DEL CONTEMPORANEO, promossa AMACI (Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani), che si svolge in tutta Italia SABATO 11 OTTOBRE 2014, presentando la mostra IL FANTASMA DELLA LIBERTÀ.


Opere di Giorgio Biffi, Carla Della Beffa, Joykix, Bruna Orlandi, Anna Resmini, Nicola Scognamiglio, Sophie Usunier, Giovanni Bai, Luigi Fagioli, Carolina Gozzini, Nicoletta Meroni, Mario Tedeschi. Interventi teatrali e musicali a cura di Virginia Zini + Minima Theatralia/SestoSpazio. Con la partecipazione straordinaria del fantasma del CRAC, il Centro Ricerca Arte Contemporanea forzatamente chiuso e fatto sgomberare dal Liceo Artistico Statale Bruno Munari di Cremona.


SABATO 11 OTTOBRE 2014

IL FANTASMA DELLA LIBERTÀ

SESTOSPAZIO

SESTO SAN GIOVANNI (MI)

VIA GIOBERTI 26

INGRESSO DA VIA CONFALONIERI

(DI FRONTE AL SUPERMERCATO CARREFOUR)


La mostra costituisce il terzo atto di una ricerca che nel corso del 2014 ha focalizzato la sua attenzione sul concetto di fantasma come metafora dell’arte, a sua volta intesa come rappresentazione e come metafora oltre che strumento di esplorazione del mondo.

La mostra muove dall’omaggio a Luis Buñuel e dalla sua opera di surreale sovversione dei codici,

e presenta – in uno spazio vuoto e bianco – opere pittoriche e grafiche, installazioni video e audio, fotografie e performance teatrali: dal carcere dell’Asinara alle trasformazioni sociali e paesaggistiche della Palestina, dall’interrogarsi sull’identità e la libertà alla riflessione sulla caduta delle illusioni e speranze della seconda metà del Novecento, fino a una registrazione in cui le voci di alcuni bambini imitano l'ululato di un lupo. Senza tuttavia rinunciare alla leggerezza e all’ironia che accompagna da sempre il tragitto di Museo Teo nel mondo dell’arte e in quello reale.

SEMINARIO GRATUITO!  CANON PER LA STAMPA DIGITALE DI QUALITÀ

 IN OCCASIONE DELLA MOSTRA FOTOGRAFICA DI

 

GIORGIO D’ARIA

 

CHRISTOS ANESTI

– una tradizione greca –

 

MERCOLEDI’ 8 OTTOBRE 2014 ALLE ORE 19,00

 

Presso

La Galleria “ARTEPASSANTE”

Stazione Repubblica del Passante Ferroviario

 

SI TERRA’

 

IL SEMINARIO MONOTEMATICO CANON PER LA STAMPA DIGITALE DI QUALITÀ

 

Stampare le immagini fotografiche è sempre stata una parte integrante del processo fotografico; nel corso dei secoli la stampa ha permesso di creare un archivio sempre disponibile, dei fatti, dei ricordi e delle emozioni.

Oggi possiamo ripercorrere i passi della nostra storia grazie alle immagini ed alle stampe che ne hanno documentato la storia e il suo fluire.

In un’epoca di grandi trasformazioni tecnologiche e culturali, come la comparsa del digitale e della condivisione in tempo reale, la stampa fotografica ha ancora un ruolo fondamentale nell’accendere sogni, desideri e speranze in moltissimi amanti della fotografia, professionisti  o fotoamatori.

Canon, leader mondiale dell’Imaging, è consapevole che l’evoluzione tecnologica debba andare di pari passo con la formazione e l’informazione per migliorare la conoscenza e la consapevolezza delle opportunità che tale evoluzione mette a disposizione.

Per questo motivo sono stati creati i Canon Academy, eventi formativi dedicati agli amanti della fotografia; all’interno del contenitore Academy sono stati pensati eventi specifici monotematici dedicati espressamente all’informazione e alla formazione sulle tecnologie e sulla fotografia di casa Canon.

Questi eventi monotematici sono stati ideati per gli amanti della fotografia e per progetti come ARTEPASSANTE; la casa ideale in cui il confronto, lo scambio e la crescita culturale sulla fotografia trova un suo sbocco naturale.

 

 

Il prossimo Mercoledì 08 Ottobre alle ore 19,00 l’evento Canon dedicato alla stampa digitale sarà ospitato all’interno della Galleria “ARTEPASSANTE” Stazione Repubblica del Passante Ferroviario.

In questo incontro un esperto Canon, che utilizzerà le tecnologie di stampa Canon Pixma Pro A3+, illustrerà attraverso la spiegazione delle tecnologie, dei processi, delle azioni e delle filosofie di gestione dell’immagine, come ottenere stampe impeccabili in modo semplice; inoltre, durante lo svolgimento della serata saranno effettuate prove pratiche di stampa, in modo che i partecipanti possano apprezzare in diretta la qualità dei risultati. 

La durata di questi incontri e di 2/3 ore, si suggerisce a tutti coloro che vogliono partecipare di portare file in jpg ad alta risoluzione con peso non inferiore ai 4/5 Mb (possibilmente non troppo pesanti) da utilizzare per la realizzazione delle stampe di prova.

La partecipazione al Seminario è gratuita e aperta a tutti gli amanti della fotografia.

         

Con il contributo di: 

CORTILI INVERSI - Il muro delle parole

LUGLIO "ARTEPASSANTE" NON VA IN VACANZA!!!!

SPAZI DI PORTA VITTORIA - 2014 e oltre!

ARTEPASSANTE PRESENTA

“SPAZI DI PORTA VITTORIA 2014 e oltre”

Il progetto “Artepassante” è nato dal desiderio di portare in uno spazio pubblico opere d’arte solitamente inserite in spazi privati. Presso gallerie d’arte o sedi di associazioni culturali, tradizionalmente chi partecipa a presentazioni, reading od esposizioni, in questi luoghi si trova ad essere un visitatore consapevole ma passivo; oppure, quando sono proposte attività con il coinvolgimento del pubblico, viene meno la funzione espositiva: lo spazio in questione può essere occupato a rotazione da una attività soltanto.

Quello che succede a Porta Vittoria è diverso, grazie agli attori che intervengono nell’estate del 2014. La fortuna di poter gestire tre spazi separati ma molto vicini tra loro, affidati a tre realtà differenti, è che possono coesistere e potenziarsi grazie alle discipline complementari. Le attività  interessate possono in futuro confluire in un’unica serata-evento, con attività legate ad un tema comune, sviluppando così un apprezzabile incontro di valorizzazione comunitaria di tutto lo spazio Artepassante Porta Vittoria, e creando occasioni nuove di ricerca artistica. I risultati sono importanti sia per chi crea che per chi assiste a questi interventi interdisciplinari.

Uno spazio è affidato all’associazione Locus, di cui Giovanni Bonoldi è l’anima e il motore, si occupa di Poesia e organizza periodicamente letture e incontri di volta in volta su temi diversi.

Le attività nel secondo spazio consistono in un Laboratorio Interattivo di Arteterapia e sono organizzate da Tiziana Sacconi e Laura Tonani.

Nel terzo ambiente l’attività espositiva valorizzerà opere di giovani artisti di valore e coinvolgerà diverse discipline in performances live, sarà curata da diversi curatori tra cui Giovanni Manzoni Piazzalunga, Renato Galbusera, Giulia Minetti.

Gli ultimi due ambienti sono così ampi da permettere più attività in contemporanea anche in uno solo di essi. L’attività laboratoriale è quindi favorita.

Artepassante a Porta Vittoria ha tre volti ma un unico obiettivo: dare un pubblico ad un luogo pubblico, farlo  rivivere grazie alla preziosità dell’Arte presentata a tutti.

 

 

 

Inoltre il progetto di Porta Vittoria non vuole fermarsi al mondo Underground ma vuole collegarsi al territorio circostante, diventarne un punto di riferimento , realizzare eventi condivisi con tutte le realtà culturali ed artistiche che operano in esso e creare una forte sintonia progettuale e operativa con le istituzioni del decentramento amministrativo della Città : il Consiglio di Zona.

Il visitatore di una galleria è più o meno consapevole. Ha saputo della presenza di un artista e vuole nutrire il proprio interesse. Quello che si tenta qui è di scovare un nuovo osservatore urbano, un appassionato d’arte, a sua insaputa.

In quest’ottica chiunque si può trasformare da semplice passante a visitatore attivo e nella sorpresa ritrovare un attimo di riflessione o di divertimento. E’ la cultura che viene a cercare il cittadino, che tornerà con la consapevolezza di non trovare più soltanto una stazione ma anche un mondo d’Arte.

 

 

RELOADED - Un immaginario ritrovato

SUL FILO DELLE EMOZIONI CONDIVISE

"NON ROMPETE LE SCATOLE"

Appuntamento il 10 luglio  negli spazi Artepassante del Passante ferroviario Porta Vittoria! 

"Non rompete le scatole"

 

 

Mostra di coperchi d'artista di contenitori di risme di fogli A4, realizzati per lo spazio d'arte PISCINA COMUNALE di via Grossich angolo via Campiglio a Milano Città Studi-Lambrate, il cui fondatore e protagonista/gallerista Adriano Pasquali ha invitato oltre cento artisti

italiani e stranieri a liberamente personalizzare coperchi di scatole 

trasformandoli in altrettante "tele" artistiche.

 

Pasquali ha autorizzato l'associazione LOCUS-dipoesia ad ospitare,

all'interno del progetto Artepassante, gran parte dei lavori artistici di "Non rompete le scatole", ed ha collaborato in prima persona all'allestimento della mostra nello spazio già animato dalla mostra

La poesia a Milano non è una mongolfieraed attualmente ospitante la mostra dedicata a Vittorio Sereni(1913-1983), poeta e uomo di cultura molto amato a Milano.

 

 

Cura dell'iniziativa: Giovanni Bonoldi - Massimo Cecconi

"VENATURE" E "PASSAGGI"

LA CITTA' LABORATORIO - DI DINO DE SIMONE

DINO DE SIMONE con LUCA CARDANI

 

eseguiranno,  durante il periodo della mostra, disegni di grande

formato.

Attraverso un montaggio, le memorie della città ideale

quattrocentesca, fondano la lettura contemporanea della periferia

milanese a partire dall’architettura del Gallaratese di Aldo Rossi.

 

Altri autori esporranno opere sul tema della caffettiera

di Aldo Rossi, come microarchitettura domestica e urbana.

 

Galleria Artepassante

Stazione Repubblica del Passante Ferroviario - Milano

Inaugurazione: 12 giugno ore 18,30

 

orari: 15,30 - 19,00 Lunedì - Sabato

Aperta fino al 7 luglio 2014

 

info : dino de simone – desimonedino@libero.it – 3282604462

“La Città Laboratorio”

 

Pittura + Architettura

 

 

 

 

 

Visto il successo e l’interesse suscitato, la mostra viene prorogata al 17 luglio 2014.

 

 

Durante questo periodo di proroga, martedì 15 luglio p.v. Dino de Simone e Luca Cardani presenteranno i loro studi, in una serie di disegni.

 

 

I disegni sono stati realizzati all’interno della mostra nel periodo espositivo sul tema del paesaggio urbano: “IMMAGINI DI CITTÀ” in antitesi all’attuale fenomeno globalizzante del linguaggio architettonico,  nelle sue tendenze più schematiche e astratte.

 

 

I disegni di de Simone e Cardani propongono una rilettura nel linguaggio della tradizione artistica milanese in rapporto alla modernità.

 

 

Gli studi presenti partecipano alle problematiche relative all’identità della cultura Europea.

 

 

Artepassante, partendo da questo evento, intende promuovere un laboratorio di ricerca e di studio sull’arte contemporanea, in rapporto alla storia della città, sulla base di un programma già delineato dal progetto presentato in questa mostra da Dino de Simone e collaboratori.

 

 

 

C'E' VITA INTORNO AI BINARI

Domenica 29 Giugno: Una domenica di festa e di incontro per promuovere la riqualificazione di Via Sammartini, a fianco dei Magazzini Raccordati della Stazione Centrale, una delle meraviglie nascoste di Milano. L'evento si svolgerà sui due punti estremi della via (angolo Tonale-Schiaparelli e largo San Valentino/Naviglio Martesana), dalle 10 alle 20L'Associazione le Belle Arti del Liceo Artistico di Brera con Artepassante parteciperà con entusiasmo e con numerose iniziative culturali. 

 

 

 

Vi aspettiamo!

Di seguito il programma: 

MUSICA IN CONCA

MOSTRA CERVELLI SU CARTA

        

 

CERVELLI SU CARTA

Inaugurazione mostra

venerdì 23 maggio ore 19,00

Gallerie “Artepassante”

Stazione Repubblica del Passante Ferroviario di Milano

 

Da Venerdì 23 maggio  2014 a Sabato 7 giugno   la Galleria “Artepassante” della Stazione Repubblica del Passante Ferroviario ospita la mostra  "Cervelli su carta"  

La 77artgallery, all’interno del progetto “Artepassante” presenta una collettiva che unisce i lavori di artisti caratterizzati da un unico elemento comune: il supporto cartaceo.

 

 

I protagonisti della mostra sono nove disegnatori, impegnati su tematiche differenti identificative della loro personalità: immagini care o che rievocano un passato, o un un’idea del passato, oppure proiezioni di un mondo che potrebbe essere e che ancora fatica ad avverarsi. Qualcuno ama giocare con le affinità tra i mondi animale e umano, qualcun altro vede la realtà come un inganno facilmente identificabile, per qualcuno l’amarezza del mondo ha un sapore di fiaba, e per altri il mondo stesso ha fame di immagini e di segni e ne cerca la saturazione. Nessuna di queste situazioni è però totalmente pacificata: anche se in certi casi si è in grado di scovare la bellezza nel quotidiano di solito ritenuto senza grazia, più spesso ci si trova in distonia oppure si ribalta la visione oggettiva o comune. Sono i desideri, le paure o le ossessioni delle generazioni che non trovano modelli unificanti per reagire alla crisi, ma costruiscono la propria realtà alternativa su carta. Se soffriamo della disgregazione delle idee, e al nostro tempo non troviamo più quei modelli a cui riferirci, nello spazio del Passante per una volta vorremmo vivere la differenziazione come una ricchezza, come un melting pot di ciò che popola i cervelli di chi è cresciuto attraverso le immagini e che continua ad esprimersi con esse.

 

 

Cervelli su carta: opere in mostra

Gli artisti: Akab Blind, Zibe, Daniele Aimasso, Mariarita Renatti, Loris Dogana, Alicia Puma, Pilar Dominguez, Pietro Sganzerla, Giovanni Manzoni Piazzalunga

L'UOMO STORICO DI SALAHALDIN

Dal 21 maggio, nello spazio dedicato al murales "Venere di Milano" di Zio Ziegler all'interno del Passante di Milano Repubblica, sono in mostra tre sculture dell'eclettico artista milanese Salahaldin
In esposizione dunque tre opere dalla tematica comune: la posizione dell'uomo nella storia, sia dal punto di vista individuale che sociale.

Nello specifico : 

 - "L'uomo Contemporaneo" (a sinistra): Allegoria dell'intelletto umano nell'attualità, che è quasi totalmente fuso nella tecnologia, fermo in uno stato di progresso appartentemente improgredibile, e di conseguenza chiuso nel suo guscio di incomunicabilità;

- "Re Soldato" (al centro, insieme alla foto dell'artista): rappresenta la situazione italiana durante la prima guerra mondiale. Gli scacchi come metafora dell'uomo considerato uno strumento per raggiungere obiettivi che trascendono la sopravvivenza. Inoltre,  il pezzo del re bianco al limitare della voragine è simbolo di ciò che l'autorità sovrana dovrebbe essere: protettiva, giusta e partecipe;

- "L'uomo Moderno" (a destra): Idealizzazione dell'uomo ottocentesco, affamato di sapere e spinto senza freni verso la volontà di progredire. Ossessionato dal tempo, diviene un essere meccanico, automatico e totalitario. 

 

Per maggiori informazioni riguardo l'artista consultare il sito  : http://salahaldinart.com/


ACCORRETE NUMEROSI!

LA MUSICA !!!